Home » Marketing online & offline » AFFILIATE MARKETING: sapere per guadagnare

AFFILIATE MARKETING: sapere per guadagnare

affiliate-marketing

Le attività promozionali su internet, così come quelle dell’offline, seguono un percorso che parte dalla promozione del brand dell’inserzionista e dei suoi prodotti. In questo post voglio parlarvi di AFFILIATION MARKETING cioè quelle attività che promuovendo la vendita online di prodotti e servizi dell’inserzionista, facilitano l’acquisizione diretta di clienti così come di prospect, ovvero utenti interessati all’acquisto.

QUALE OBIETTIVI PERMETTE DI OTTENERE L’AFFILIATE MARKETING?

  1. acquisire utenti profilati (prospect), utili ad alimentare i sistemi di marketing relazionale dell’inserzionista per generare nuovi clienti;
  2. generare vendite e quindi clienti effettivi.

CHI SONO GLI ATTORI COINVOLI?

Possiamo ricondurli a tre posizioni distinti tra di loro:

  1. i publisher, detti anche affiliati (da cui trae il nome affiliate marketing);
  2. il network, l’attore centrale del business ovvero colui che offre le piattaforme e i servizi;
  3. gli advertiser, cioè gli inserzionisti, che hanno l’obiettivo di trarre dei risultati immediati, concreti e misurabili dalla pubblicità.

COME FUNZIONA?

grafico-affiliation-marketingL’affiliate marketing consiste nella creazione e nella gestione di un network di publisher che coprono a 360 gradi l’online marketing mix, mediante attività di advertising. In altri termini, l’affiliate marketing funziona come se ci fosse un canale di vendita/distribuzione con l’obiettivo di portare risultati concreti per gli advertiser, quali vendite, acquisizione di prospet e contatti. La strategia web ne determina il suo utilizzo.

Venendo alla parte economica (forse quella che più interessa), la sua particolarità è che la remunerazione del network e dei publisher avviene sulla base dei risultati generati, tradotto in una percentuale del valore venduto o a una frazione del valore del servizio sottoscritto. L’attenzione è ovviamente rivolta alla ricerca di chi offre di più.

Nessun rischio quindi, semplicemente perché è un modello di performance advertising.

Se volessi fare qualche esempio per capire il suo utilizzo e la sua percentuale di adozione in Italia da parte degli inserzionisti, quello che mi viene in mente sono player del retail che si occupano esclusivamente commercio via web (Yoox, (100% web) puro web, internet è l’unico canale di vendita) fino ai grandi magazzini di elettronica di consumo  (Unieuro (75% web),  rientra click and mortar, si occupa di vendita multicanale e internet è un canale aggiuntivo per incrementare la distribuzione) o di beni comuni che siamo abituati a frequentare (Carrefour (30% web), brick e mortar, più tradizionale ma attento al web offrendo una vetrina di promozioni del punto vendita e servizi pre e post assistenza).

Prendiamo un esempio concreto che si risolve in tre passaggi:

– il publisher promuove i prodotti e i servizi del merchant su un sito web o sui motori di ricerca anche a pagamento tramite Google Adwords;

–  l’utente web entra in contatto con un a promozione (ad esempio con un click su un banner9 e interagisce con il sito del merchant. Immediatamente o successivamente l’utente acquista il prodotto;

– l’advertiser registra e conferma la transazione. A questo punto avviene il pagamento al network e di conseguenza al publisher.

affiliate-marketing-imercatari

Volendo riassumere sono questi i vantaggi che si possono ottenere utilizzando lo strumento dell’affiliate marketing:

– ottenere un ROI misurabile e spesso del 100% sulle proprie campagne di advertising grazie a modelli pay-per-performance (pay per lead, pay per sales, modelli che riconoscono una percentuale del venduto o un gettone fisso, in relazione al valore dello scontrino);

– coprire tutti i canali di web advertising opportuni per il cliente;

– beneficiare di immediati volumi di visite al sito web tipicamente orientate ai prodotti e servizi dell’inserzionista;

–  supportare lo sviluppo della brand awareness grazie ai benefici indotti dalle attività a performance.

Spero di non aver dimenticato nulla, in caso contrario perdonatemi 😉

Buon Marketing.

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

Flowchart, perché è utile per la costruzione di un sito web?

Una volta arrivati all’elaborazione definitiva della mappa del nostro sito web, possiamo pensare al suo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam