Home » Marketing online & offline » DISPLAY ADVERTISING: video, rich media e paid advertising sui social media

DISPLAY ADVERTISING: video, rich media e paid advertising sui social media

Dopo avervi parlato nel post precedente dei miti da sfatare per quanto riguarda il display advertising, oggi vi parlo dei formati offerti dalla piattaforma di video sharing per eccellenza, YouTube e del paid advertising sui social media per eccellenza, Facebook.

VIDEO e RICH MEDIA

mastheadMastHead è il formato migliore, impattante e di conseguenza il più caro economicamente che permette di creare campagne banner straordinarie per creatività e impatto visivo. Il Masthead è un formato innovativo di grandi dimensioni (940×250 px), collocato tra la testata del sito e il corpo della pagina.

YouTube raccoglie puntualmente in una galleria online le migliori case history per questo e per tutti gli altri formati che vi consiglio vivamente di tenere sott’occhio per trarre ispirazioni e per sfruttare al meglio le vostre campagne di display advertising. In aggiunta a questo canale/strumento, secondo un approccio tipicamente americano, Google ha pensato bene di predisporre un ambiente online in cui è possibile ottenere dati di traffico, risultati di casi precedenti, strategie preimpostate sulla base di obiettivi predefiniti. Anche in questo caso vi suggerisco (quasi obbligatoriamente) di consultare queste pagine prima di procedere a veicolare la vostra campagna advertinsing youTube:

1- galleria online delle case history più belle e significative 

 http://www.youtube.com/showandtell

2- dati, formati per obiettivi e strategie disponibili su  

http://www.youtube.com/advertise

 

FACEBOOK UN CONTESTO IMPRESCINDIBILE

facebook-advertising

Facebook è senza dubbio un contesto imprescindibile per le campagne di advertising online.

Le possibilità offerte dalla piattaforma non sono moltissime, quindi non c’è da perdersi, ma il loro vero valore consiste in due peculiarità che riesce a dare solo questo network:

  1. una stretta relazione con le pagine di marca (fanpage). Su FB le campagne possono condurre gli utenti a un riscontro diretto e di conseguenza significa un redemption più facile. La call to action che coincide con il “like” che, se inserito direttamente nel banner, lega già l’utente al marchio e lo rende gratuitamente contattabile in seguito, semplicemente scrivendo qualcosa sulla sua bacheca;
  2. le inserzione possono utilizzare come ambasciatori gli amici degli utenti che si vogliono contattare; prerogativa decisamente unica e molto efficace.

Di recente, inoltre, Facebook ha modificato le pagine di marca adattandole alla nuova grafica chiamata “diario” o in inglese “timeline”.

Le pagine non vanno viste come limitate o chiuse: in esse è possibile creare pagine aggiuntive con qualunque tipo di contenuto. Queste pagine sono accessibili da Tab, immediatamente visibili sotto la pagina principale del nostro diario. Le pagina accessibili dai tab della pagina personale Facebook sono vere e proprie pagine internet che possono prevedere interazioni evolute, video, giochi, concorsi o promozioni.

Sono davvero tantissimi gli esempi che si possono trovare dentro questo popolare social network di utilizzo creativo ed efficace dei Tab e delle pagine ad essi collegate. A questo proposito è importante ricordare che le inserzioni in Facebook possono anche puntare direttamente a uno di questi Tab, permettendo così gli utenti al clic atterrino su una vera e propria landing page che li inviterà a compiere le azioni pensate apposta per loro.

Volendo riassumere in poche parole il significato di quanto condiviso, si può dire che una campagna di display advertising richiede studio e conoscenza approfondita delle dinamiche e dei mezzi da utilizzare. Non si tratta solo di acquistare spazi in cui caricare creatività, ma quegli stessi spazi devono essere capiti, sviscerati nelle loro molteplici possibilità di relazione.

Internet-Marketing-Team

Questo lavoro compete al marketing della nostra azienda, delegarlo a un centro media sarebbe riduttivo e non aiuterebbe ad ottenere il massimo dalle nostre campagne, soprattutto perché gli scenari mutano velocemente ed è vitale per la nostra marca saperli identificare e capire per poterli sfruttare al meglio.

Buon marketing.

 

 

 

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

Flowchart, perché è utile per la costruzione di un sito web?

Una volta arrivati all’elaborazione definitiva della mappa del nostro sito web, possiamo pensare al suo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam