Home » Marketing online & offline » La digital experience ritagliata sull’utente: il caso Amadori [case history]

La digital experience ritagliata sull’utente: il caso Amadori [case history]

Navigando in rete, spesso ci imbattiamo in link che ci reindirizzano al proprio sito web, da dove è possibile leggere ulteriori informazioni su prodotti, eventi, organizzazioni e altro. L’esperienza di navigazione nei siti web non sempre risulta facile ovvero studiata e dunque rivolta all’utente finale.

Amadori, oggi è uno dei principali brand italiani la cui iniziativa di digital experience  nasce all’interno di un importante piano di marketing strategico.

L’implementazione di tale visione è resa possibile con il contributo dell’IT e dell’organizzazione di Amadori. Il sito corporate è l’espressione di questa visione perché coinvolge, oltre alla business innovation, anche la comunicazione e il trade & operational marketing.

Se  visitate il sito aziendale di Amadori noterete come la sua caratteristica principale e innovativa sta nella valorizzazione dell’esperienza di navigazione degli utenti (digital experience). La homepage  ha infatti una struttura variabile e personalizzabile che si adatta al tipo di utente e ai suoi interessi, ovvero se sei un consumatore, un professionista o un blogger/giornalista con in aggiunta una dose di iniziative di intrattenimento.

Schermata 2013-09-16 alle 10.46.35

Amadori ha ben compreso l’importanza del coinvolgimento dell’utente finale, che può arrivare fino a una vera e propria collaborazione. Nel 2011, in occasione del lancio del nuovo wurstel Evviva, ha proposto un concorso di “crowdsourcing video” che ha previsto il “il social casting” delle comparse da portare in tv nelle pubblicità Amadori. La testimonial si è rivolta al pubblico online con un video di cd. “Call to action” ovvero chiedeva alle persone da casa di inviare filmati divertenti con cui candidarsi a diventare possibili comparse del nuovo spot Evviva. L’iniziativa ha permesso di estendere il momento del lancio del prodotto, anticipando la campagna pubblicitaria televisiva e amplificandone gli effetti con un’altra iniziativa che ha visto le persone ancora una volta protagoniste. Un tour di feste in spiaggia nelle più belle località italiane per promuovere il consumo di wurstel anche in occasione di aperitivi, happy hour etc. ogni tappa del tour è stata supportata da strumenti social aziendali che hanno riverberato questa iniziativa di cosiddetto “beach marketing” a riprova dell’importanza della componente fisica quando si programma una iniziativa di questa rilevanza.

La comunicazione diretta e quotidiana con i propri clienti e fan social permette di instaurare un dialogo duraturo e di fiducia nel tempo.

Un buon piano di marketing  quanto più vicino al consumatore finale è indispensabile per la riuscita di iniziative promozionali e di lancio prodotti anche nelle PMI.

Nel contatto diretto l’importante è non essere troppo in insistenti ma sforzarsi di raccontare solo quello che più interessa. L’esempio Amadori è un caso da studiare per una corretta esperienza di marketing digitale.

Buon marketing.

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

Flowchart, perché è utile per la costruzione di un sito web?

Una volta arrivati all’elaborazione definitiva della mappa del nostro sito web, possiamo pensare al suo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam