Home » Web TOOLS » SOCIAL MENTION: dove e chi parla di me sul web? [web tool]

SOCIAL MENTION: dove e chi parla di me sul web? [web tool]

Per ogni azienda ma per anche per ogni blogger è importante sapere dove, come e quando si diventa oggetto di un messaggio o di una discussione.

Social mention è un motore di ricerca in tempo reale che ti permette di raggruppare in un’unica pagina i contenuti provenienti dalle piattaforme social del web relativi ad uno specifico argomento. Con un’interfaccia  semplice ed intuitiva, Social Mention è in grado di monitorare oltre cento social media, compresi Facebook e Twitter. Blog, forum, immagini e video sono solo alcune delle altre risorse della rete di cui si serve questa applicazione.

Come devo usarlo?

La home page del sito presenta una barra di ricerca dove è possibile selezionare in anticipo in quali fonti l’applicazione andrà a cercare e analizzare i risultati inerenti. Nella schermata principale è anche presente una lista dei trend ovvero degli argomenti più discussi del web.  Lanciata la ricerca, in pochi secondi, Social Mention scandaglia i contenuti “across the universe” della rete e li rende disponibili all’utente, raggruppandoli in una sola schermata. Di particolare interesse è il riquadro situato nella parte superiore sinistra della schermata dove viene espresso in valore percentuale quelle che potremmo definire come performance della nostra ricerca secondo quattro parametri. I risultati della ricerca possono essere in seconda battuta filtrati e raffinati secondo diverse variabili.

social-mention

I parametri: Strenght, Sentiment, Passion e Reach

Strenght social mention indica la probabilità con la quale la nostra ricerca può oggetto di conversazione sul web. Per misurare ciò viene calcolato il rapporto tra il numero di citazioni e il numero di menzioni possibili nelle ultime ventiquattro ore.

Il secondo parametro Sentiment indica invece il rapporto tra di menzioni positive su quelle totali. Il valore percentuale Passion vuole misurare la probabilità con la quale lo stesso individuo sia portato a parlare in più occasioni e luoghi della nostra keyword. Infine Reach sottolinea il raggio di azione della nostra ricerca, ovvero il numero di utenti unici che hanno generato contenuti inerenti sul totale delle menzioni. Negli specchietti sottostanti vi sono degli approfondimenti con classifiche sul sentiment (numero di menzioni positive, negative e neutre), sulle keyword e i principali hashtag associati su Twitter, sugli utenti più attivi e sulla fonte dei contenuti.

http://imercatari.com/wp-content/uploads/2013/09/social-mention-imercatari.png

Punti di forza e limiti

Uno strumento sicuramente molto interessante e dalle notevoli potenzialità in quanto permette di avere in pochi secondi e in modo gratuito una panoramica generale dei contenuti che circolano in rete riguardo un determinato argomento, personaggio o brand. Rimangono in parte oscuri e discutibili gli algoritmi che stanno alla base dei quattro parametri che caratterizzano Social Mention: l’immediatezza e la semplicità di lettura dei risultati non ne garantiscono precisione e scientificità. Inoltre è da sottolineare come un altro limite per il motore di ricerca sia rappresentato dal fatto che la maggior parte dei contenuti presi in considerazioni provengano da fonti in lingua inglese.

In conclusione, Social Mention costituisce una valida risorsa sia per le aziende, che possono tenere traccia delle conversazioni online sul loro brand e monitorare la percezione dei prodotti nei luoghi di discussione più caldi e frequentati della rete, ma anche per singoli utenti curiosi di sentire il polso della situazione riguardo un determinato argomento o che vogliono semplicemente farsi un’idea della propria reputazione online. D’altro canto, Social Mention rimane uno strumento che non sembra in grado di sostituire, per profondità e ricchezza interpretativa ma soprattutto per quanto riguarda l’analisi del sentiment, il valore aggiunto che può offrire una ricerca etnografica condotta da un team di specialisti.

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

KLOUT: cos’è e a cosa serve [web tool]

KLOUT è  un misuratore dell’indice di “influenza” di una persona o di un brand nel mondo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam