Home » Marketing online & offline » VIDEOGAME: un’industria per valorizzare il proprio brand

VIDEOGAME: un’industria per valorizzare il proprio brand

video-gamesI videogiochi sono davvero un’industria culturale? Sono media a tutti gli effetti come televisione e libri? Sono interrogativi che mi sono posto per capire la loro importanza per fare business. Ebbene in circa quarant’anni di vita, i videogame hanno dimostrato di essere quantomeno un oggetto culturale difficile da inquadrare.

Sapevi che l’età media del giocatore è di 37 anni? E che in media i gamer passano 2-3 ore alla settimana con un controller tra le mani? E quanto emerge da uno studio condotto dalla Entertainment Software Association del 2012.

Possiamo affermare che i videogames hanno cresciuto una generazione, contaminando cinema, tv (per esempio Super Mario Bros del 1993, fino a Ralph Spaccatutto in ultimo), ma anche movimenti artistici e culturali come Miltos Manetas, uno dei primi artisti a lavorare sui game (Super Mario dormiente o i primi lavori con Lara Croft).

In termini di numeri: Call of Duty è stato il più grande lancio nel mondo dell’entertainment di sempre. 650 milioni di dollari incassati in 5 giorni dal lancio; 6,5 milioni di copie vendute; oltre un miliardo di dollari incassati in un anno, con oltre 100 milioni di dollari di budget di produzione. Niente male.

A questo punto mi chiedo e ti chiedo quale è l’impatto del videogame nell’immaginario collettivo e aziendale? Certamente è un medium, che nel bene e nel male, corre moltissimo.

La cosiddetta “gamification”, più che un abile strumento di marketing per rendere più ludiche le attività e i servizi, potrebbe riflettere, al contrario, le conseguenze dell’introduzione delle meccaniche di gioco nel nostro modo di trarre gratificazione dall’esistenza.

Il mercato e soprattutto gli inserzionisti pubblicitari hanno compreso il potenziale dell’advertising videoludico investendo una buona fetta del loro budget in queste forme di pubblicità:

– INGAME ADVERTISING, ovvero cartelloni pubblicitari digitali che accompagnano partite di calcio o eventi sportivi; spot che si inseriscono all’interno di giochi di avventuro etc. etc.

ingame-advertising

– gli ADVERGAME, (il risultato dell’unione tra le parole advertising e game) ovvero giochi realizzati direttamente dagli inserzionisti per promuovere un brand. Si stratta di giochi interattivi per comunicare messaggi pubblicitari, sviluppare il brand e generare traffico verso i siti di tipo consumer. Il primo modello è stato un gioco della Coca Cola per Atari dal titolo “Pepsi invaders”; in Italia il primo Advergame è stato “Cocco Game”, creato da Artematica per una campagna di marketing di Ferrero nel 1999.

advergame-coca-cola

– una nuovissima categoria è quella dei NEWSGAME, giochi che raccontano storie o suggeriscono tesi. Si tratta di una famiglia di giochi con l’ambizione di trasmettere contenuti informativi propri di un’inchiesta giornalistica. Il Giocatore-Lettore prende parte a un’esperienza interattiva che lo mette in condizione di compiere scelte e di osservarne le conseguenze.

newsgame

Capire questo mercato e questa forma di intrattenimento è un imperativo non solo per l’industria dei media, ma anche per la scuola e le università.

 

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

Flowchart, perché è utile per la costruzione di un sito web?

Una volta arrivati all’elaborazione definitiva della mappa del nostro sito web, possiamo pensare al suo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam