Home » Marketing online & offline » Web Marketing: Internet come canale di ascolto

Web Marketing: Internet come canale di ascolto

La potenzialità di Internet non si esaurisce nel considerare il Web come nuovo canale di comunicazione per le marche e le aziende.

Basta soffermarsi un attimo su come oggi è utilizzato il Web dagli utenti, per scovare nuove opportunità per il marketing proprio nell’ascolto del cliente.

webmarketing-imercatariD’altra parte, il marketing così come il web marketing, da sempre fonda la chiave del proprio successo nella capacità di comprendere e segmentare i consumatori per identificare i bisogni da soddisfare. Faccio quindi riferimento all’opportunità che oggi abbiamo di ascoltare il consumatore, di osservarne i comportamenti, di dialogare con lui per capirne i bisogni e creare insieme delle soluzioni, in una relazione tra cliente e azienda sempre meno rigida, sempre più partecipata.

È questo il quadro che abbiamo di fronte oggi in Italia. Milioni di utenti oggi si collegano tutti i giorni ai social network, parlando di sé, delle proprie esperienze con le marche di ciò che vorrebbero e delle cose di cui sono stati poco soddisfatti. Ma non consideriamoli solo audience, poiché se guardiamo un po’ meglio i numeri, scopriamo che sempre in Italia ci sono 24 milioni di utenti di social network, 13 milioni e mezzo che frequentano con continuità uno o più forum, addirittura 4 milioni di blogger, dai più influenti della rete ai diari personali delle persone comuni.

Cosa ci dice tutto questo?

Che oggi non possiamo considerare il web solo con un canale di audience per i programmi di web marketing. Perché uno dei più concreti vantaggi della rete per il marketing, sta proprio nell’ascolto di tutto quanto di rilevante per il brand le persone dicono in questi ambienti.

Non solo quando sono confrontati prodotti, aziende, ma anche quando i consumatori parlano di se stessi e ci fanno comprendere un po’ più di loro, proprio come fanno quando li coinvolgiamo con le ricerche di marketing tradizionale, focus group o altro. Ed è proprio per le ricerche di mercato che tra tutte le discipline del marketing e qui che si intravedono le più concrete opportunità.

Cosa utilizzare praticamente per ascoltare?

web building

A seconda della necessità e delle tipologie di mercati dell’azienda stessa, le possibilità di ascolto del cliente in rete sono differenti. Dagli strumenti gratuiti disponibili in rete, fino a soluzione estremamente sofisticate e costose come software di raccolta e classificazione delle conversazioni on-line.

Tra gli strumenti gratuiti utili quando si necessita di una prima overview orientativa sull’azienda, sul brand o anche su una persona, di facile individuazione per gli spider, si possono citare: Google Alert, Twitter Search, Social Mention, Topsi, Wildfire, Liquida, Technorati e Blogpulse.

Questi software sono capaci di individuare contenuti davvero rilevanti, perché tanto più il nome da ricercare e a-specifico, tanto meno efficaci sono tali strumenti. Se il prodotto per esempio si chiama “Alice”, la ricerca sarà molto difficile poiché tale termine sarà facilmente associato a un insieme molto ampio di contenuti non attinente all’azienda, come può essere un cantante, un film, un nome di persona. Questi software gratuiti si mostrano efficaci nel rilevare contenuti più visibili della rete, mentre altamente incapaci raccogliere contenuti pur potenzialmente molto interessanti che possono trovarsi in siti di minore importanza.

In questi casi occorre dotarsi disperder più potenti, ma anche di sistemi più personalizzabili, che consentono la scrittura di query multiple complesse in grado di istruire il software stesso in modo specifico.. Tra gli strumenti complessi più noti posso citare: Radian6, Alterian , Autonomy, Nielsen Buzz Metrics, BrandwatchLithium oltre agli italiani Expert System, Blogmeter, Reputation manager, Extrapola, VoxPopuli e molti altri di rilievo.

Attenzione però che questi strumenti, dal più economico al più costoso, necessitano di competenze non banali soprattutto nella fase di set-up e nell’interrogazione.

La capacità di declinare l’oggetto della ricerca in algoritmi di keyword diventa fattore critico di successo, in quanto query generiche tenderanno a riportare molta sporcizia e quindi dati non affidabili; query troppo specifiche tenderanno invece a riportare un quadro non esaustivo.

Per questi motivi un software non basta mai, o quasi mai. Per comprendere ciò che stiamo ascoltando, occorre dotarsi di un metodo che sia in grado di inquadrare tutte le conversazioni raccolte in un sistema di senso.

Buon Marketing

Comments

comments

About Luca Cappello

Check Also

Flowchart, perché è utile per la costruzione di un sito web?

Una volta arrivati all’elaborazione definitiva della mappa del nostro sito web, possiamo pensare al suo ...

Un commento

  1. Tra gli Italiani va segnalata per completezza Extreme, la società che ha creato WebLive, la piattaforma “made in italy” più usata oggi in Italia, utilizzata Extrapola per tutti i suoi clienti, e da altri 100 top brand italiani e molte agenzie di comunicazione nazionali e internazionali, nel settore pubblico e privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chiudi

Immagini

GRATIS

40 SITI WEB PER SCARICARE

I siti elencati di seguito sono stati testati da me personalmente, quindi non vi resta che cercare le immagini per la categoria che vi interessa e utilizzarle liberamente

Scarica il Pdf

Anch'io odio lo Spam!

CLOSE

Complimenti!

Controlla la tua email!

n.b se non dovessi ricevere l'email controlla nella cartella Spam